AI SETTE NANI

Albergo Ristorante

Albergo Ristorante Ai Sette Nani | Scopri la Valle

Scoprire la Val Pesarina

Note storiche (1962)
Le brevi note storiche sono tratte in parte da una monografia del dottor Giovanni Gortani, parte dalla raccolta lasciata da Pre Antonio Roia e parte da altre fonti e riguardano tutte il Canale di S. Canciano e le sue ville.
Canale, canale di S. Canciano, canale Pedarzo sono i vari appellativi con i quali, in tempi diversi, venne denominato il bacino che dal monte Lavardet, getta le sue acque nel Degano fra Entrampo e Luinciis nella valle di Gorto.
Una serie di borgate, nove in tutte, si schiera eccetto una sulla sponda sinistra del torrente Pesarina che vi scorre e le rasenta: Sostasio, Avausa, Prico, Prato, capoluogo dell’attuale comune, Pradumbli, che fronteggia Prato, Pieria, Truia, Osais e Pesariis, ultima salendo nella Valle. La distanza di Prato da Tolmezzo capoluogo della Carnia è di Km 27. Tolmezzo è a 339 metri sul livello del mare, Prato è a 730 metri. La valle scorre in direzione ovest con andamento serpeggiante.
Nulla si sa della dominazione romana che è certo salendo nel norico percorrevano le valle carniche. Anche nei secoli passati una strada, seppure disagiata, conduceva nel complico ed all’imbocco di Padola e di Monte Croce. Attualmente le comunicazioni hanno luogo lungo la strada comunale o consorziale riattata ed ampliata fino all’abitato di Pesariis e poi lungo la strada militare.

Le ville più antiche sono Truia e Prico desolate dalla peste nera del 1348-49 dalla pestilenza del 1511 e ridotti a pochi fuochi o famiglie. Le prime memorie vengono a galla dal mare tenebroso dell’oblio solo nel secolo XIII. Nel 1274 sono menzionati i masi di Sostasio. Nel 1275 i masi di Truia, Pieria ed Osais. Nel 1300 i masi di Pesariis.
Dei casati delle varie ville si hanno memoria sin dai secoli XIII e XIV:
gonani di Ustin, palmani ed agof, da plait, da palomb, di cleva, del machin, di solaro, de colussio, de brisesco, in Pesariis; di noiaretto, de Roia e Roia in Prato. Toscano in Sostasio.
La cura di S. Canciano venne istituita nel 1339, la chiesa di S. Canciano è ricordata fin dal 1316, il cimitero vecchio nel 1430. I curati risiedevano subvia o sovia nella villa di Prato.
La chiesa di Pesariis è menzionata dal 1348, quella di Osaiis dal 1391, quella di Sostasio dal 1430, quella di Avausa dal 1580, quella di Pieria dal 1690.
Una cura separata venne istituita a Pesariis ed Osaiis fin dal 1686. La giurisdizione ecclesiastica era esercitata dall’abate di Moggio, che riscuoteva le decime, e dall’arcidiacono di Gorto.
Giusto l’antico ordinamento della Carnia che risale all’epoca dei Franchi, le ville o comuni del Canal Pedarzo facevano parte del quartiere di Gorto. A capo di ogni villa o comune vi era un meriga e dei giurati.  
Col nuovo ordinamento attuato durante l’epoca napoleonica le ville vennero raggruppate nell’unico comune di Prato (carnico).
Gli abitanti del canale, di questa graziosa vallicella, come ebbe a scrivere Giovanni Gortani, ebbero lungo i secoli vita semplice ma disagiata.
La terra non poteva dare prodotti sufficienti ai bisogni delle famiglie, né è possibile sorvolare sulle alluvioni, sulle piene, sui cataclismi sulle epidemie e sugli incendi che di quando in quando sopraggiungevano ad aumentare i pericoli e le difficoltà. Ma fin dal 1300, come dalle altre vallate carniche, anche dal Canal Pedarzo gli artigiani cominciarono ad emigrare recandosi dal paese natio pei commerci e lavori in terre imperiali, baviera, austria, stiria, Boemia, Moravia, Ungheria o nei territori veneti, Friuli, Istria, bellunese e città eteree diverse e portando progresso che divenne evidente nei secoli XVI e XVII. Nello stesso periodo di tempo, cioè dopo il 1500 anche nelle ville o paese della valle, si ebbero progressi agricolo industriali in cui si distinsero i rinomati orologiai di Pesariis. Il resto appartiene alla storia più recente a tutti nota. 

 

Suoni della Valle

Alcune registrazioni audio da cui è possibile ascoltare la caratteristica parlata della Val Pesarina (o Cjanal), un canto tipico intonato da "I Paesani" gruppo corale di Prato Carnico e una suonata dell'orchestra dai Codars (gruppo musicale che accompagnava le esibizione del gruppo di danzerini dai Codars di Pieria)...

L'orchestra dai Codars: "Neva york"

 

Guido Canciani recita: "Nons di certas pietancias" di Bepo Rupil

 

I Paesani (gruppo corale) - "Il Wasimpongh"

 

 

Filmati della Valle

Alcuni filmati che raccontanto la Val Pesarina, la sua gente, le sue tradizioni e le sue storie.

"Su nella Valle del Tempo"
Il filmato è stato realizzato nel 1995, dall'idea di un gruppo di abitanti locali, che hanno voluto promuovere la Val Pesarina e far conoscere le sue bellezze attraverso le immagini e i suoni.

Gli autori, con molta sensibilità, dedicano il filmato:
"Alla Val Pesarina, ai giovani di un tempo che ci hanno tramandato la loro storia
ai giovani di oggi affinchè imparino a conoscerla e ad amarla"

 

"La Valle del Tempo"
Il filmato è andato in onda su Rai1, programma Sabato & Domenica, trasmissione dedicata a scoprire i borghi più belli d'Italia.

 

 

Immagini della Valle

 

Scoprire la Val Pesarina attraverso foto di oggi ed immagini d'epoca.

Natura, paesaggi e panorami, immagini invernali, immagini di particolari caratteristici e tipici della Val Pesarina (Cjanal) che meglio di mille parole descrivono questo pittoresco angolo di Carnia che si è mantenuto ancora incontaminato.

Fiori e natura

  • Aconito napello Aconitum napellus
  • Aquilegia Aquilegia vulgaris
  • Ciclamino delle Alpi Cyclamen purpurascens
  • Cirsio lanoso Cirsium eriophorum
  • Genziana di Clusius Gentiana clusii
  • Giglio martagone Lilium martagon
  • Pianella della Madonna Cypripedium calceolus
  • Stella alpina Leontopodium alpinum


Autunno

  • Autunno in Valle 2008
  • Autunno Panorama dal Crostis 2009
  • Caduti 2010
  • Chioma 2008
  • Fuea 2010
  • Giallo rossi 2008
  • Pradumbli 2010
  • Tappeto di foglie 2010
  • Zucca 2010

Foto d'epoca

Panorami

Invernale

 

Storie e racconti della Valle

 

 

Storia

Note storiche (1962)
Le brevi note storiche sono tratte in parte da una monografia del dottor Giovanni Gortani, parte dalla raccolta lasciata da Pre Antonio Roia e parte da altre fonti e riguardano tutte il Canale di S. Canciano e le sue ville.
Canale, canale di S. Canciano, canale Pedarzo sono i vari appellativi con i quali, in tempi diversi, venne denominato il bacino che dal monte Lavardet, getta le sue acque nel Degano fra Entrampo e Luinciis nella valle di Gorto.
Una serie di borgate, nove in tutte, si schiera eccetto una sulla sponda sinistra del torrente Pesarina che vi scorre e le rasenta: Sostasio, Avausa, Prico, Prato, capoluogo dell’attuale comune, Pradumbli, che fronteggia Prato, Pieria, Truia, Osais e Pesariis, ultima salendo nella Valle. La distanza di Prato da Tolmezzo capoluogo della Carnia è di Km 27. Tolmezzo è a 339 metri sul livello del mare, Prato è a 730 metri. La valle scorre in direzione ovest con andamento serpeggiante.
Nulla si sa della dominazione romana che è certo salendo nel norico percorrevano le valle carniche. Anche nei secoli passati una strada, seppure disagiata, conduceva nel complico ed all’imbocco di Padola e di Monte Croce. Attualmente le comunicazioni hanno luogo lungo la strada comunale o consorziale riattata ed ampliata fino all’abitato di Pesariis e poi lungo la strada militare.

Le ville più antiche sono Truia e Prico desolate dalla peste nera del 1348-49 dalla pestilenza del 1511 e ridotti a pochi fuochi o famiglie. Le prime memorie vengono a galla dal mare tenebroso dell’oblio solo nel secolo XIII. Nel 1274 sono menzionati i masi di Sostasio. Nel 1275 i masi di Truia, Pieria ed Osais. Nel 1300 i masi di Pesariis.
Dei casati delle varie ville si hanno memoria sin dai secoli XIII e XIV:
gonani di Ustin, palmani ed agof, da plait, da palomb, di cleva, del machin, di solaro, de colussio, de brisesco, in Pesariis; di noiaretto, de Roia e Roia in Prato. Toscano in Sostasio.
La cura di S. Canciano venne istituita nel 1339, la chiesa di S. Canciano è ricordata fin dal 1316, il cimitero vecchio nel 1430. I curati risiedevano subvia o sovia nella villa di Prato.
La chiesa di Pesariis è menzionata dal 1348, quella di Osaiis dal 1391, quella di Sostasio dal 1430, quella di Avausa dal 1580, quella di Pieria dal 1690.
Una cura separata venne istituita a Pesariis ed Osaiis fin dal 1686. La giurisdizione ecclesiastica era esercitata dall’abate di Moggio, che riscuoteva le decime, e dall’arcidiacono di Gorto.
Giusto l’antico ordinamento della Carnia che risale all’epoca dei Franchi, le ville o comuni del Canal Pedarzo facevano parte del quartiere di Gorto. A capo di ogni villa o comune vi era un meriga e dei giurati.  
Col nuovo ordinamento attuato durante l’epoca napoleonica le ville vennero raggruppate nell’unico comune di Prato (carnico).
Gli abitanti del canale, di questa graziosa vallicella, come ebbe a scrivere Giovanni Gortani, ebbero lungo i secoli vita semplice ma disagiata.
La terra non poteva dare prodotti sufficienti ai bisogni delle famiglie, né è possibile sorvolare sulle alluvioni, sulle piene, sui cataclismi sulle epidemie e sugli incendi che di quando in quando sopraggiungevano ad aumentare i pericoli e le difficoltà. Ma fin dal 1300, come dalle altre vallate carniche, anche dal Canal Pedarzo gli artigiani cominciarono ad emigrare recandosi dal paese natio pei commerci e lavori in terre imperiali, baviera, austria, stiria, Boemia, Moravia, Ungheria o nei territori veneti, Friuli, Istria, bellunese e città eteree diverse e portando progresso che divenne evidente nei secoli XVI e XVII. Nello stesso periodo di tempo, cioè dopo il 1500 anche nelle ville o paese della valle, si ebbero progressi agricolo industriali in cui si distinsero i rinomati orologiai di Pesariis. Il resto appartiene alla storia più recente a tutti nota. 

 

Suoni della Valle

Alcune registrazioni audio da cui è possibile ascoltare la caratteristica parlata della Val Pesarina (o Cjanal), un canto tipico intonato da "I Paesani" gruppo corale di Prato Carnico e una suonata dell'orchestra dai Codars (gruppo musicale che accompagnava le esibizione del gruppo di danzerini dai Codars di Pieria)...

L'orchestra dai Codars: "Neva york"

 

Guido Canciani recita: "Nons di certas pietancias" di Bepo Rupil

 

I Paesani (gruppo corale) - "Il Wasimpongh"

 

 

Filmati della Valle

Alcuni filmati che raccontanto la Val Pesarina, la sua gente, le sue tradizioni e le sue storie.

"Su nella Valle del Tempo"
Il filmato è stato realizzato nel 1995, dall'idea di un gruppo di abitanti locali, che hanno voluto promuovere la Val Pesarina e far conoscere le sue bellezze attraverso le immagini e i suoni.

Gli autori, con molta sensibilità, dedicano il filmato:
"Alla Val Pesarina, ai giovani di un tempo che ci hanno tramandato la loro storia
ai giovani di oggi affinchè imparino a conoscerla e ad amarla"

 

"La Valle del Tempo"
Il filmato è andato in onda su Rai1, programma Sabato & Domenica, trasmissione dedicata a scoprire i borghi più belli d'Italia.

 

 

Immagini della Valle

 

Scoprire la Val Pesarina attraverso foto di oggi ed immagini d'epoca.

Natura, paesaggi e panorami, immagini invernali, immagini di particolari caratteristici e tipici della Val Pesarina (Cjanal) che meglio di mille parole descrivono questo pittoresco angolo di Carnia che si è mantenuto ancora incontaminato.

Fiori e natura

  • Aconito napello Aconitum napellus
  • Aquilegia Aquilegia vulgaris
  • Ciclamino delle Alpi Cyclamen purpurascens
  • Cirsio lanoso Cirsium eriophorum
  • Genziana di Clusius Gentiana clusii
  • Giglio martagone Lilium martagon
  • Pianella della Madonna Cypripedium calceolus
  • Stella alpina Leontopodium alpinum


Autunno

  • Autunno in Valle 2008
  • Autunno Panorama dal Crostis 2009
  • Caduti 2010
  • Chioma 2008
  • Fuea 2010
  • Giallo rossi 2008
  • Pradumbli 2010
  • Tappeto di foglie 2010
  • Zucca 2010

Foto d'epoca

  • Pieria 1950
  • Pieria piazza
  • Prato - Albergo Sette Nani anni 1950
  • Prato - Campanile e chiesa anni 1940
  • Prato - Campanile e chiesetta anni 1960
  • Prato - Campanile pendente anni 1950
  • Prato - documento fotografico 1908
  • Prato - Panorama da Pradumbli
  • Prato - Panorama da Pradumbli 2
  • Prato - Panorama da Pradumbli 1913
  • Prato - Piazza Centrale anni 1950
  • Prato - Si issano le campane
  • tor prato


Panorami

Invernale

 

Scritti della Valle

Una selezione di documenti, scritti e articoli che raccontano la Val Pesarina.
Per scoprire, conoscere e comprendere un valle ricca di cultura, storia e tradizioni, ma anche la lingua tradizionale
parlata in Cjanâl, patrimonio unico da conservare.

VAI

 

 


Storie e racconti della Valle


Rassegna Stampa

 

 

SV Scritti SV audio SV video SV foto SV stampa

Unterkategorien

  • Immagini, Suoni e filmati di Cjanal

    Questa sezione raccoglie vario materiale dedicato alla Val Pesarina: immagini della sua natura, fotografie d'epoca ma anche una raccolta di suoni, voci, musiche e canti tipici di Prato e del Cjanal oltre ad una serie di filmati che raccontano com'è e com'era la Valle.
    Selezione una voce dal menù...

    immagini     audio     video
    Immagini     Suoni     Filmati
    Beitragsanzahl:
    3
    • Materiali video

      In questa sezione alcuni filmati video che narrano della Val Pesarina, della sua gente, delle sue storie.

      Beitragsanzahl:
      1
    • Materiali sonori

      In questa sezione viene presentata una selezione di materiali sonori in cui si può ascoltare la caratteristica parlata dal Cjanal, le musiche tipiche e i canti de "i Paesani" da Prat.

      Beitragsanzahl:
      1
    • Immagini

      Scoprire la Val Pesarina attraverso le foto di oggi e le immagini d'epoca.

      La natura, i paesaggi e i panorami, le immagini invernali quelle di particolari caratteristici e tipici di Cjanal e che descrivono questo piccolo angolo di Carnia che si è mantenuto ancora incontaminato.

      fiori farfalle epoca panorama invernale tramonto particolari
      Fiori e natura Farfalle Foto d'epoca Panorami Invernale Tramonti Particolari


      Beitragsanzahl:
      1
  • Storie e Racconti

    Una raccolta di scritti, memorie e racconti che parlano della vita in Val Pesarina.

    Beitragsanzahl:
    7
    • Memorie della nostra gente

      Autobiografie, tradizioni, leggende ed aneddoti scrtitti da vari della Val Pesarina e raccolti in occasione delle edizioni 2001 e 2002 del concorso letterario "memorie della nostra gente"  indetto dal Comune di Prato Carnico.

      Beitragsanzahl:
      1
    • Nel Nome del Padre - di Fausta Canciani

      Fausta Canciani racconta la storia della sua Famiglia, testimonanza di vita vissuta e di un tempo passato.
      I racconti sono stati raccolti e pubblicati con il titolo "Nel nome del Padre" nel libro "Storie della mia gente" edito a cura del Comune di Prato Carnico.

      Beitragsanzahl:
      6
  • Scritti

    Una selezione di documenti, scritti e articoli che raccontano la Val Pesarina.
    Per scoprire, conoscere e comprendere un valle ricca di cultura, storia e tradizioni, ma anche la lingua tradizionale
    parlata in Cjanâl, patrimonio unico da conservare.

    Beitragsanzahl:
    11